Stefano Venezia

annòto, dipingo, progetto

 


statement

É limpida nella mente l’immagine di me ragazzino che cammino lungo un viale alberato.

Il mio viaggio ha tre prerogative, non è in solitaria, scelgo di cedere pezzi in cambio di tempo, non esistono situazioni immutabili ma solo situazioni da vivere.

Autodidatta, applico una formazione tecnica e metodica nel tradurre i sentimenti. Preparo nei dettagli azioni e installazioni derivate da articolati progetti, definiti nella formula ma senza limiti temporali.

La mia unicità dialoga e si confronta con tutto il resto: attingo l’energia necessaria all’espressione del pensiero. Ecco allora il laboratorio creativo indipendente, le installazioni itineranti con l’utilizzo di piccoli contenitori e questionari, il coinvolgimento di abitazioni per attivare esperienze conviviali, le camminate in natura, le analisi del paesaggio e la raccolta di intimi indizi per tradurli in ritratti inaspettati.

Tutto questo avviene per una volontà di ricerca che mi concede nuove relazioni e perché nella pratica artistica risolvo i miei cambiamenti quando supero incertezze e mi rinnovo.

 


official website

Venezia è a Cuneo, è un ipotesi di viaggio, è un’alternanza di paesaggi intesi come relazioni con il mondo, rispecchia la mia quotidianità in quanto ricerco la relazione tramite l’arte e nella relazione trovo l’arte.

 

, annòto le idee e vivo per realizzarle. Ne deriva così una ricerca, meccanismo di libertà. Ogni azione e lavoro che propongo sono il distillato di un progetto articolato per trovare soddisfazione nella tensione del movimento e del confronto, così come io sono parte naturale di un progetto universale. Opero per dare spazio al dialogo fino a quando, seppure per un fragile istante, affiorerà una minuta verità: essenza che sarà imperfetta ma autentica

BIO

1970  Stefano Venezia born in November, 20 in Turin (Italy) of Angelo Venezia and Silvana Serale
1973  birth of his sister Ileana, May, 10
1975  the family leaves Turin city to lives in Caraglio (Cuneo) a little village by the begin of a valley
1984  Stefano concludes the compulsory education
1985  “il segreto delle ‘tre penne’ “. His first novel (typewritten)
1986  “fenicotteri allo stagno”, oil on panel. His first independent artwork
1989  Stefano concludes the electronic technician high school, IPSIA “F.Garelli” – Mondovì (CN)
1989  Stefano was invited at council exposition in the public theater of Caraglio village
1990  Stefano completes a supplementary Information Technology course, C.F.P. – Dronero (CN)
1990  “dispersioni”. He started the research about transition from painted object to performative action
1991  Stefano serves mandatory military service, one year in Alpine corps
1991  after sixteen years stand in Caraglio village with his parents, Stefano gone to live alone in Cuneo, country seat of the province
1991  “la mia prima tavolozza’86”, oil and collage on panel. Stefano’s original palette. This is one of many palettes used in outdoor oil artworks realized between 1986 and 1995, archived period with name “Early works”
1992  Stefano’s first job in professional hardware/software field
1993  Stefano put together painting and music, performing paint during the live music exhibitions on the stage with rock bands
1993  Stefano meet  Alexsya Carena
1993  “immagini per suoni” solo exhibit in Dogliani (CN), from 13th to 21st November at Graziarte gallery
1993  opening of “QUISQUILIÆ” space, multidisciplinary laboratory of arts, into a cinema fallen into disuse – Caraglio (CN)
1994  “pomice” a textured artwork serie. Painting, gestures and poetics are together
1994 “arte sperimentale di comunicazione” solo exhibit in Dogliani (CN), from October 30th to November 6th at Graziarte gallery
1995  Stefano was invited at council exposition “IL FILO DI ARIANNA” in the public theater of Caraglio village
1995  His last painting artworks serie. Passion and human warmth
1995  birth of his son Vincent, with Alexsya Carena, July, 13
1996 in the “..verso la città desiderata” cycle, Action painting on the Cuneo’s squares
1999 FIBR@ site specific placement to “Spazio Arte” exhibit, organized by D.Olivero at NUVOLARI Libera Tribù (CN)
1999 MINOTAURO (by Laboratorio Quisquiliæ) with Corrado Odifreddi, Domenico Olivero e Claudio Signanini. The exhibit is concurrently in four selected sites of the Cuneo province (Club Jazz – Cuneo, Interno2 – Saluzzo, Rossomattone – Mondovì, Vineria S.Giorgio – La Morra)
2000 ad oggi (01/01/2022) anche questo è un periodo di fervente attività, sto preparando le pubblicazioni relative a questi anni. Potete nel frattempo curiosare sui miei canali social!  |  from 2000 to Jenuary 2022, today the first, also this it’s a period of ardent activity, I’m organizing the publications about these years. In the meantime, you can look around my social media channels!